Body language: il corpo parla e non mente mai.

Ognuno di noi, mentre comunica, utilizza un linguaggio verbale e un linguaggio del corpo, o body language. Sapevi che le tue parole contano solo il 7% della comunicazione totale?

Possono contare di più se le dici in un determinato modo (linguaggio paraverbale) e soprattutto se le corredi di un ottimo body language. Anche perchè, a differenza di quanto pronunci e ascolti, il corpo parla e non mente mai.

Il corpo parla e non mente mai

Se osservi questa foto, credo affermerai con sicurezza che i bambini sono contenti, e probabilmente hanno vinto una partita a videogames. Non diresti mai che sono tristi o annoiati, giusto? Perché? Perchè il loro corpo esprime determinate emozioni. E non basta un sorriso a suggerirtele.

L’Y della vittoria, tipica del body language

Ad esempio, puoi notare gli occhi spalancati, le braccia sollevate del bambino di sinistra e la mano della bimba che indica lo schermo. Il maschietto ha assunto la classica postura a Y, con il busto eretto e le braccia sollevate in alto, un po’ divaricate. Il che significa: “Ho vinto!”. Certamente hai già visto una posa simile nei calciatori che hanno segnato un goal, in un campione che esulta dopo un macht di pugilato, ecc.

La prossemica inoltre, ossia lo spazio condiviso dai bambini in foto, ti fa pensare che i due siano complici, anziché antagonisti. Non solo: il braccio della bimba piegato verso la pancia può suggerirti che probabilmente la vittoria è giunta inaspettata e la bimba non ha fatto in tempo a staccarsi dalla scrivania. Oppure, puoi dedurre che lei abbia un carattere più riservato del maschietto.

Come vedi, queste deduzioni sono piuttosto semplici, innate, ci mettono tutti d’accordo. Capire il linguaggio del corpo è un talento naturale, anche se, come in tutte le cose, il talento da solo non basta.

Body language, un linguaggio innato e universale

Il body language è un linguaggio innato, i cui codici risiedono nel cervello rettile, nell’amigdala, in grado di farci reagire ad un evento in maniera spontanea e immediata. Spontanea significa: che non riesci a nascondere! Certo il linguaggio del corpo fa parte dell’evoluzione umana ed infatti le posture che assumi, così come la maggior parte dei gesti che usi per comunicare, sono universali.

Naturalmente esistono delle differenze culturali tra un paese e l’altro: tutti sanno che noi italiani gesticoliamo moltissimo e che tutti interpretiamo come “Ok” il gesto fatto unendo pollice e indice fra loro. Eppure lo stesso gesto assume il significato di “Vali zero!” in Francia!

Che dire poi della prima impressione? Tutto ciò che osserviamo di un’altra persona, in pochi secondi, a partire dal suo look, ci fornisce un’idea che influenzerà molto l’intera comunicazione. A volte, un’intera relazione.

Naturalmente, così come fanno i politici, i leader, gli attori… anche tu puoi imparare a gestire meglio il tuo body language e decidere in quale maniera vestirti, atteggiarti, muoverti, parlare in pubblico per evitare errori di comunicazione. E per risultare più attraente, carismatico e persuasivo, come viene mostrato nel video.

Magari tu non dovrai intraprendere una campagna presidenziale come Donald Trump e Hillary Clinton, ma di certo dovrai affrontare tutti i giorni una lotta per posizionarti in cima alle preferenze di qualcuno. Sia esso un cliente, un capo, un collaboratore in azienda, una platea oppure un potenziale partner. Tanto vale cercare di migliorare il tuo body language.

Il potere del body language

Nei miei corsi aiuto a riconoscere i segnali di apprezzamento, di rifiuto, di tensione e di menzogna del body language, che vale ben il 55% della comunicazione efficace. Di conseguenza potresti:

  • risparmiare tempo e fatica nelle relazioni professionali e personali
  • avere maggiore consapevolezza del tuo potere comunicativo
  • sviluppare l’intuizione e l’empatia
  • riuscire a riconoscere le bugie e le vere intenzioni del tuo interlocutore
  • gestire le emozioni negative e potenziare le emozioni positive (powerposing)
  • affrontare con serenità e sicurezza ogni incontro
  • migliorare il tuo public speaking
Body language: gli sguardi e la postura del busto

Dunque, approfondire il body language permette di conoscere meglio sé stessi e gli altri. Ti aiuta a capire e gestire quello che provi, raggiungere i tuoi obiettivi comunicativi e potenziare la leadership. Sicuramente riuscirai ad ascoltarti meglio, ad essere più determinato e rilassato, giacchè il corpo è teatro delle tue stesse convinzioni e comunica a te per primo quello che desideri veramente!

Ecco una slide che riassume alcuni argomenti dei miei corsi, spesso svolti in azienda. Qui la teoria si affianca alle ultime scoperte della comunicazione efficace e si mette in pratica subito, con dei training emozionanti e divertenti:

Una slide dei miei corsi di Body language

Bastano poche ore insieme per iniziare ad aprire la mente, acuire la sensibilità e scoprire che le nostre parole sono solo la punta di un iceberg. Amministrare e decodificare il body language significa scendere in profondità. Vuol dire raccogliere dati sulla personalità e sulle intenzioni del nostro interlocutore, instaurando un rapport più assertivo e vincente.

Credit: https://pixabay.com/it/illustrations/demenza-avviso-briscola-1750965/ – https://pixabay.com/it/photos/bambini-win-successo-video-gioco-593313/ – https://pixabay.com/it/photos/barack-obama-john-paul-jones-516715/

Vuoi saperne di più? Scrivi a veronica.talassi@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *