Teatro d’impresa: un nuovo modo di fare formazione

Secondo Wikipedia “Il teatro d’impresa ha lo scopo di unire l’arte e il business applicando le metodologie tipiche dell’arte teatrale in ambito formativo, organizzativo, comunicativo e promozionale all’interno delle aziende.”

Attraverso il suo spirito ludico e di gruppo, il teatro d’impresa offre grandi risorse per il team building e non solo!

Che cos’è il teatro d’impresa

Generalmente, per teatro d’impresa si intende una serie di eventi o spettacoli portati in azienda da attori professionisti. Ma s’intende anche un processo formativo che ha per protagonisti i dipendenti dell’azienda stessa. Del resto l’azienda vive di ruoli interdipendenti l’uno dall’altro, di obiettivi, risorse da valorizzare, così come accade ad un’equipe teatrale. Spesso però l’azienda possiede conflitti e problemi quali la resistenza al cambiamento e una scarsa creatività.

Per questo motivo, nel 1984, il regista Christian Poissonneau, crea in Canada la prima forma di teatro d’impresa, e afferma: “Il teatro d’impresa dà la possibilità agli attori organizzativi di riflettere sui propri comportamenti per cambiare e migliorare se stessi e l’organizzazione in cui lavorano” (C. Poissonneau, 2003).

In collaborazione con l’esperto di gestione del personale Michel Fustier, applica la metodologia teatrale alla formazione aziendale e la divulga. Tanto che a Parigi nascono diverse società di formazione e di consulenza teatro-aziendali. In Gran Bretagna si diffonde il cosiddetto Business theatre. In Italia, l’Associazione Nazionale Formatori organizza il primo Festival del Teatro D’impresa (Bologna, 2011).

“Tutto il mondo è un palcoscenico”. (W. Shakespeare)

Quali risultati consegue il teatro d’impresa? Attraverso la sua valenza esperienziale, garantisce ai partecipanti la possibilità di apprendimento con un metodo induttivo. Tutti possono mettersi in gioco in un clima sereno, divertente e privo di giudizio; apprendono con entusiasmo gli argomenti trattati. Poi li rielaborano personalmente, dimostrando maggiore flessibilità e intraprendenza nel contesto aziendale.

Tipologie e finalità del teatro in azienda

Ecco tre tipologie di teatro d’impresa che a mio parere funzionano molto bene:

1) Teatro attivo, nel quale i dipendenti, coinvolti in maniera interattiva, emotiva e corporea, imparano rapidamente un metodo di scrittura efficace. Quindi scrivono delle scene ispirandosi a situazioni vissute sul lavoro. Successivamente le rappresentano, sviluppando il proprio linguaggio verbale e il body language. Attraverso la metafora teatrale si formano nuovi punti di vista, migliorano l’ analisi della situazione e naturalmente il problem solving.

2) Team buinding teatrale e self-theatre. Si focalizzano entrambi su un training di gruppo e sulla successiva messa in scena di uno spettacolo, che può essere a tema libero o promozionale per l’azienda. Questo tipo di esperienza assicura il miglioramento delle capacità di comunicazione del team e potenzia le performance individuali. Giacché facilita la gestione del proprio ruolo e due tipi di condivisione: quella delle proprie skills e della vision aziendale. Inoltre, se strutturato su più gruppi, il team buinding teatrale produce ampio sharing.

L’elemento ludico non può mancare nel teatro d’impresa

3) Laboratorio teatrale: a differenza delle tipologie precedenti, il laboratorio teatrale si concentra sul percorso ludico ed emozionale dei partecipanti. Pur senza realizzare un prodotto finale, i partecipanti sviluppano attitudini speciali, quali l’assenza di giudizio e la fiducia nel team. Grazie ad esercizi vocali e corporei migliorano le proprie capacità espressive, il public speaking, l’autoconsapvolezza e l’assertività.

In tutti i casi la formazione può coinvolgere persone di una stessa azienda o interaziendali. Ciò permette confronti costruttivi tra esperienze e vissuti organizzativi differenti.

Giocare a teatro per fare sul serio

Potremmo affermare che il gioco drammatico insegna a mettersi in gioco… sul serio! Per questo è necessario che il formatore possieda notevole competenza e professionalità nell’ambito teatrale, senza rischiare di trasformare il processo in un puro divertimento. Nel mio caso, i trent’anni di esperienza che ho maturato in veste di regista, attrice e autrice, con 500 laboratori all’attivo, garantiscono qualità particolari alla mia formazione.

Qualsiasi corso io diriga, inserisco tecniche e linguaggio teatrali. Inoltre curo con molta attenzione il debriefing e la valutazione finale dell’intervento formativo. Poiché queste fasi sono fondamentali per verbalizzare l’esperienza e trasferire concretamente l’apprendimento in ambito organizzativo.

Unendo all’esperienza teatrale gli ultimi studi di scienze psicosociali della comunicazione, amo facilitare quella necessità di cambiamento richiesta alle nuove aziende e ai nuovi leader. Infatti, la formazione teatrale propone strategie di adattamento e rinnovamento, nonché la capacità per chi lavora di riuscire a reinventarsi ed inserirsi in contesti che mutano continuamente.

Il team building teatrale sostiene il passaggio da una concezione rigida con ruoli stabiliti dal vertice aziendale – una dimensione lavorativa prettamente tecnica ed addestrativa – ad un nuovo modello di organizzazione, costituito da una maggiore attenzione alle risorse umane.

In sintesi, potremmo dire che il teatro d’impresa è un modello formativo volto al ‘saper essere’ oltre al ‘saper fare’.

Se ti interessa il teatro d’impresa, contattami! veronica.talassi@gmail.com

Credit: https://pixabay.com/it/illustrations/sipario-tappa-ascolta-fine-off-2045300/ – https://pixabay.com/it/photos/musica-concerto-scimmia-chitarra-3507317/ – https://pixabay.com/it/illustrations/globo-terra-mondo-sipario-teatro-2300135/ – https://pixabay.com/it/illustrations/formazione-educazione-imparare-1848689/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *